Jestrai Records Home

Love in Elevator

Love in Elevator

Biography

Nascono originariamente come un trio rock al femminile, nella formazione originale che dura dal 2001 al 2006 ci sono Anna Carazzai, Giulia Volpato e Michela Modesto. Con Tommaso Sogne alla batteria il progetto comincia a prendere forma definitiva, nel 2003 la band inizia a muoversi a livello locale e registra il primo demo autoprodotto “Not in my name”.

Dal 2004 la band inizia una collaborazione con l’etichetta Jestrai Records con la quale producono un ep Venoma (2004, distribuzione Venus), e due album: Sue Me (2005, distribuzione Venus) che contiene un’originale versione di Afterhours dei Velvet Underground in cui Luca Ferrari suona la batteria, e Re Pulsion. Nel 2004 sono anche presenti nella compilation tributo ai Beatles con una versione punk del brano Helter Skelter in The Beatles Tribute (Jestrai 2004).

Con Re Pulsion (2008), il secondo album in cui la band mette meglio a fuoco il proprio sound, termina la collaborazione con la Jestrai, etichetta indipendente italiana. Il gruppo acquista però valore aggiunto in sede live, dove un’inusitata potenza ed energia diventano padrone.

Sin dall’ep di debutto la band si distingue all’interno del panorama rock italiano indipendente per le forti influenze internazionali e un’attitudine tipica del rock alternativo anni ’90. Nel corso degli anni sono stati avvicinati dalla critica al sound di band americane quali Babes in Toyland, Sonic Youth, Nirvana, Fugazi, Jane’s Addiction.

Il percorso live comincia ad ingranare partendo da piccoli club undergroud e bar, fino ad arrivare a palchi di supporto a band come Verdena (I), One Dimensional Man (I), Tre Allegri Ragazzi Morti (I), Art Brut (UK), Shellac (USA), e partecipando al grande Rock in Idro nel 2005, insieme a grandi artisti internazionali come Juliette Lewis and the Licks, Turbonegro, The Hives.

Nel 2008 pubblicano per la Jestrai Records l’album Re Pulsion, che vede alla batteria Francesco Valente già (Il Teatro degli Orrori, One Dimensional Man). Nonostante la partecipazione all’album Francesco Valente suonò dal vivo soltanto per una data. Da quel momento fino al 2011 il batterista è stato Roberto Olivotto,sostituito di nuovo nel 2011 da Francesco Valente. Al disco hanno partecipato anche Giulio Favero (chitarra), Luca Ferrari (batteria) e Andrea Garbo (ex-Jennifer Gentle,chitarra).