Jestrai Records Home

Coffee Orchestral

Coffee Orchestral

Biography

Alle radici del folk rock. Un magazzino ingombro di strumenti. Qualche amico. La sera che diventa notte. È così che nasce la musica intima e delicata dei Coffee Orchestral. Il magazzino è quello di Lorenzo, un rifugio dove ogni sera si ritrovano tutti gli amici. A chiacchierare, a ridere, a scherzare. Poi, quando man mano i ragazzi tornano alle loro case, restano prima Lorenzo Mangili con il suo basso e Matteo Amico con la chitarra, e dal 2005 ancheAnnalisa Locatelli davanti al microfono.
Lorenzo e Matteo si conoscono da anni, dai tempi della scuola, suonano insieme da sempre, la chitarra e il basso che si inseguono e si incontrano fin dai tempi della stoner band dei Laramie. Poi hanno cercato nuovi punti di riferimento, la fluidità di composizione dei Sodastream, la ricercatezza di Elliott Smith e Damien Rice, così malinconico con quell’intreccio di voci.
È così che sera dopo sera i Coffee Orchestral si ritrovano da soli, bevono la loro tazza di caffé e cominciano a improvvisare, una jam session infinita, inseguendo gli arpeggi dei Kings Of Convenience o le atmosfere dei Bright Eyes: lungo queste coordinate nascono il piccolo l’esordio di “Sweet Voyage” e poi “Tobacco Symphony” il loro primo album full lenght per la Jestrai, tredici perle delicate per chi pensa che valga davvero la pena stare svegli ancora un po’.